Unisciti alla community di Isagro

Se sei un utente già registrato
Se non sei un utente registrato, fallo ora
SI   NO       Acconsento all’invio di comunicazioni informative tramite e-mail (newsletter) secondo quanto indicato nell’informativa.


* Campi obbligatori
Inserisci il tuo indirizzo di posta. Invieremo un'email con le istruzioni per impostare una nuova password
|

News | DAL MONDO ISAGRO

25 Febbraio 2019

AGROFARMACI SOSTENIBILI A METAPONTO CON ALSIA

A poco più di mezz’ora da Matera – quest’anno capitale europea della Cultura – e nel cuore del metapontino è attiva l’Azienda agricola  sperimentale dimostrativa ‘Pantanello,’ una fra le otto gestite dall’Alsia (Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura; http://www.alsia.it/opencms/opencms). Pantanello ha una superficie coltivata di circa 45 ettari e i comparti  assegnati ad essa sono ortofrutta e olivicoltura.

Ed è qui in azienda che lo scorso 12 febbraio, ospiti della sala Metapontum Agrobios, oltre settanta qualificati esperti nazionali di vari settori agronomici si sono riuniti per l’annuale Incontro Fitoiatrico, organizzato da Alsia, che per il 2019 ha scelto di concentrarsi su La difesa integrata per l’uso sostenibile degli agrofarmaci. Ed è a questo incontro che Isagro ha portato il suo contributo grazie  al nostro Claudio Aloi,

Da Pan a Pan

Si è trattato di un importante momento di confronto tra industria, enti pubblici e centri di ricerca pronti ad affrontare le difficoltà causate dai continui aggiornamenti e variazioni normative, dalle innumerevoli revisioni dei prodotti fitosanitari, dalla stesura dei disciplinari di produzione integrata, e, non ultimo, dall’arrivo di nuove avversità, anche a causa dei cambiamenti climatici sempre più evidenti.

Il dottor Arturo Caponero - responsabile dei Servizi di Difesa Integrata di Alsia – ha riservato una particolare attenzione ai servizi fitosanitari di monitoraggio, strumento primario per evitare l’ulteriore introduzione di pericolosi fitofagi e parassiti nel nostro Paese.

Lo spunto temporale lo ha consegnato agli organizzatori la prossima chiusura del primo ciclo quinquennale di applicazione del Pan (Piano di azione nazionale) previsto dalla Direttiva quadro per un uso sostenibile degli agrofarmaci 2009/128/Ce, recepita in Italia con il D Lgs 150/2012. Il Pan, ora in fase di revisione, ha comportato importanti implicazioni nella gestione fitosanitaria delle aziende, una riorganizzazione dei Servizi di supporto e di assistenza pubblici e privati, un maggiore impulso allo sviluppo di mezzi e metodi a minore impatto ambientale.

Integrazione fra diversi mezzi di difesa

Anche in questo convegno la parola d’ordine è stata  “integrazione di diversi mezzi di difesa”, a testimoniare  l’accresciuta responsabilità riconosciuta dagli operatori, a vario livello nella filiera produttiva, con lo scopo di ottenere produzioni soddisfacenti in quantità e qualità, con ridotto impatto ambientale nel pieno rispetto della salute di operatori e consumatori.
Cospicua come al solito la presenza dell’industria delle crop protection, che ha presentato interessanti novità di origine naturale in linea con le sempre maggiori richieste dal comparto della produzione biologica. Isagro ha affrontato la questione dell’anticracking presentando una delle sue più promettenti biosolutions, PREMIO.


 


DOMANDE E RISPOSTE
per aggiungere una domanda
0 DOMANDE E RISPOSTE