Unisciti alla community di Isagro

Se sei un utente già registrato
Se non sei un utente registrato, fallo ora
SI   NO       Acconsento all’invio di comunicazioni informative tramite e-mail (newsletter) secondo quanto indicato nell’informativa.


* Campi obbligatori
Inserisci il tuo indirizzo di posta. Invieremo un'email con le istruzioni per impostare una nuova password
|

News | DAL MONDO ISAGRO

25 Febbraio 2020

CONTRASTARE LO STRESS AL BIOSTIMOLANTI CONFERENCE

Biostimolanti che passione. Ma la passione ha sempre bisogno della conoscenza, e mai come sul fronte di questa famiglia di sostanze che solo nel 2012 ha trovato una sua definizione grazie a un percorso che prima, nel 2011 ha visto la la nascita dell’ EBIC (European Biostimulant Industry Council), il cui obiettivo principe era quello di proporre una precisa definizione di “Biostimolante”, attraverso una sua classificazione, con metodi analitici, con la precisa volontà di istituire a livello legislativo questa nuova categoria di prodotti.  Poi, appunto un anno dopo, Patrick Du Jardin, ha definito e classificato i Biostimolanti quali “sostanze e materiali con l’eccezione di nutrienti e pesticidi, che quando applicati alla pianta, semi o substrato di crescita in formulazioni specifiche hanno la capacità di modificare i processi fisiologici delle piante migliorando la crescita, lo sviluppo e/o la risposta agli stress.”

Da lì ad oggi molte cose sono accadute modificando lo scenario in cui questo segmento di agrofarmaci. Per illuminare l’oggi, e soprattutto il domani dei Biostimolanti, lo scorso 11 febbraio a Bari si è tenuta la Biostimolanti Conference organizzata dall’Associazione Regionale Pugliese - Tecnici e Ricercatori in Agricoltura

(Arptra) e Fruit Communication, con Fertilgest® content partner.


Un programma a 360°


La giornata si è sviluppata  in quattro sessioni. Ma vediamo nel dettaglio. Dopo l'apertura dei lavori a cura di Arptra e Fruit Communication, e i saluti di Giacomo Carreras, presidente dell'Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Bari, è stato presentato il libro di Giuseppe Colla e Youssef Rouphael Biostimolanti per un'agricoltura sostenibile.


Quindi il via alle sessioni, a partire dalla prima  intitolata Evoluzione e aspetti regolatori nel settore dei biostimolanti. La seconda sessione, è stata dedicata ai Biostimolanti microbiologici mentre la terza si è svolta all’insegna Biostimolanti antistres. In quanto all’ultima sessione la discussione ha ruotrato attorno a Biostimolanti da estratti vegetali e animali".


 Isagro fra i protagonisti della terza sessione


Al centro della terza sessione la fisiologia dello stress ed effetti sulla pianta sottoposta a sollecitazioni di natura abiotica.


 ISAGRO quiha presentato ISAGROW PREMIO il biostimolante che agisce sui frutti riducendo il cracking e aumentando la pezzatura. In Puglia, terra regina dell’uva da tavola e delle ciliegie, il cracking è una fisiopatia particolarmente temuta: tre o quattro interventi con PREMIO a partire dalla fine fioritura consentono di ottenere risultati eccellenti nella sua prevenzione


DOMANDE E RISPOSTE
per aggiungere una domanda

ISAGROW PREMIO

Biostimolanti e Nutrizionali

0 DOMANDE E RISPOSTE