Unisciti alla community di Isagro

Se sei un utente già registrato
Se non sei un utente registrato, fallo ora
SI   NO       Acconsento all’invio di comunicazioni informative tramite e-mail (newsletter) secondo quanto indicato nell’informativa.


* Campi obbligatori
Inserisci il tuo indirizzo di posta. Invieremo un'email con le istruzioni per impostare una nuova password
|

News | DAL MONDO ISAGRO

10 Ottobre 2019

Lo stato di salute dei castagneti, un convegno a Casola Valsenio

Nell'ambito della 29° edizione della  Festa dei frutti  dimenticati a Casola Valsenio (12-13 e  18-19 Ottobre 2019) un convegno pubblico dal titolo La stato di salute dei castagneti si concentrerà sulle tematiche fitosanitarie sempre più complesse che interessano la coltivazione del marrone.

All’incontro – che si terrà sabato 12 ottobre 2019, alle 10 nella sala Nolasco Biagi della biblioteca comunale di  Casola Valsenio (Ra) – il nostro Massimo Dal Pane riferirà sulla lotta ai carpofagi con il metodo del disorientamento sessuale Ecodian – diffusore di feromone in bio-plastica biodegradabile e cellulosa - che Isagro sta registrando proprio sul castagno dopo sperimentazioni con risultati promettenti che verranno presentati al convegno.

Cambiamento climatico, vespa cinese, Gnomoniopsis

L’appuntamento scientifico cade in un’annata che non si preannuncia buona per la castanicoltura. E per tre motivi: la pioggia (troppa in maggio, con interferenze sulla fioritura e l'allegagione, scarsa nel periodo estivo); la recrudescenza della vespa cinese (soprattutto nella vallata del  Santerno), che in certe zone si è ripresentata aggressiva come nel 2011, quando ha azzerato la produzione; la presenza di Gnomoniopsis, avversità fungina subdola (non si riconosce all'esame visivo esterno del frutto) e dannosa in quanto potrebbe comportare  perdite che oscillano dal 10 al 30% del raccolto.  

Di vespa cinese parlerà Massimo Bariselli, entomologo del Servizio fitosanitario regionale, che ha seguito il fenomeno e che ha svolto campionamenti anche in altre aree della regione Emilia Romagna. Mentre sulla Gnomoniopsis riferirà Carla Montuschi, micologa del Sfr Emilia Romagna, con particolare riferimento alla ricerca svolta in collaborazione fra Istituto tecnico Scarabelli di Imola, Sfr e Fondazione Mach di San Michele all'Adige.

Giorgio Maresi della Fondazione Mach si occuperà delle altre crittogame che interessano la coltura, in particolare sul mal dell'inchiostro che in talune zone della vallata sta portando a morte interi castagneti.

Ai lavori - coordinati da Roberto Rinaldi Ceroni, docente dell'Ita Scarabelli - interverranno Giorgio Sagrini, sindaco di Casola Valsenio, e Bruno Biserni , presidente del Gruppo di azione locale (Gal) L'altra Romagna.


DOMANDE E RISPOSTE
per aggiungere una domanda
0 DOMANDE E RISPOSTE