Unisciti alla community di Isagro

Se sei un utente già registrato
Se non sei un utente registrato, fallo ora
SI   NO       Acconsento all’invio di comunicazioni informative tramite e-mail (newsletter) secondo quanto indicato nell’informativa.


* Campi obbligatori
Inserisci il tuo indirizzo di posta. Invieremo un'email con le istruzioni per impostare una nuova password
|

News | IN TEMPO REALE

07 Marzo 2019

MONCALVO (AT): A SCUOLA DI CORILICOLTURA

Lo scorso maggio l’International Nut and Dried Fruit Council ha diffuso stime circa la produzione mondiale di nocciole: si passerà dagli 1,20 milioni di tonnellate agli 1,23 milioni di tonnellate dell’annata 2018/2019. Il maggior produttore mondiale continuerà a essere la Turchia, sebbene la produzione sia data in netto calo per questo Paese, dal momento che essa dovrebbe scendere da 750mila a 640mila tonnellate. Con uno stock di 1700mila tonnellate, garantirà comunque una disponibilità di oltre 800.000 tonnellate.


E l’Italia?  Deterrà il secondo posto, ma con una novità: una netta accelerazione  nella produzione, passando da 90mila a 115mila tonnellate. A testimoniare il ritrovato interesse per la corilicoltura è anche la straordinaria attenzione riservata  alla cura e alla prevenzione  dei noccioleti da parte delle associazioni di agricoltori.


Come è il caso della Confagricoltura di Asti che ha organizzato a Moncalvo il 9 marzo prossimo una giornata di studi suddivisa in due step (in aula e in campo) dal titolo “Il nocciolo, molto di più di una  semplice coltura”, che avrà luogo presso la sede della Pro Loco (Via Testa Fochi, 14).


Una giornata di formazione gratuita, dunque, in cui sarà possibile conoscere le tecniche di coltivazione, potatura e lotta ai parassiti che culminerà con una dimostrazione pratica di potatura nei noccioleti dell’azienda agricola Paolo Cerrato di Moncalvo.
La giornata avrà inizio alle ore 10 (l’iscrizione è obbligatoria: segreteria@confagriasti.com; Info: tel. 0141.434943) con l’intervento del neodirettore di 
Confagricoltura AstiMariagrazia Baravalle. Si entrerà nel vivo con la relazione dell’”isagriano” Claudio Aloi , al quale è stato affidato il tema del controllo biologico della Cimice Asiatica, la quale genera danni notevoli ai noccioleti. Al dottor Aloi seguiranno Claudio Sonnati, agronomo di AGRION ed Enrico Masenga, consulente tecnico nonché coordinatore delle misure agroambientali di Confagricoltura Asti.
Nel pomeriggio, poi, tutti nei noccioleti di Paolo Cerrato per assistere ad una lezione di potatura del nocciolo a cura di 
Claudio Sonnati.. Info: tel. 0141.434943


 

DOMANDE E RISPOSTE
per aggiungere una domanda
0 DOMANDE E RISPOSTE